Gli occhi di Venezia – di Alessandro Barbero

Il romanzo ci porta nella Venezia del Cinquecento, una città crudele e spionistica, dove il doge e il Sant’Uffizio regnano con la violenza e la paura. Michele, un semplice muratore, è vittima di una falsa accusa e deve scappare su una galera, abbandonando la sua amata moglie Bianca, ancora adolescente. Esiliato da Venezia, Michele si trova a navigare per il Mediterraneo, tra tesori e spezie, vivendo avventure sorprendenti, fino a giungere nelle terre del Sultano. Per non perdere la speranza, Michele pensa sempre a Bianca, e da ragazzo ingenuo e timido diventa uomo furbo, valoroso e robusto. Intanto, Bianca resta sola in città, tra il lusso dei signori e la miseria del ghetto. Il suo carattere fiero e determinato le farà affrontare sfide forse più dure di quelle di Michele, e la porterà a incontrare personaggi terribili e significativi nel labirinto di strade e canali, tra gli aromi delle botteghe di speziali, il profumo del pane appena sfornato, l’acqua gelata per lavare i vestiti e le paglie infestate di pidocchi che sono l’unico letto per i poveri.

Gli occhi di Venezia - Alessandro Barbero
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy